La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Autore: Elisabetta de Luca

Dopo il successo dell’edizione 2017, torna l’evento Design dell’organizzazione, organizzato dalla casa editrice ESTE. Nell’incontro della scorsa estate è stato affrontato il tema della nuova progettualità organizzativa ed è emersa la necessità di uno sforzo da fare per superare una visione appiattita degli organigrammi. Invece di costringere le persone ad adeguarsi a un modello aziendale, chi gestisce le risorse umane deve essere in grado di prevedere lo sviluppo futuro della cultura e dell’ambiente di lavoro per favorirne produttività e dinamicità. L’evento è l’occasione per chiedersi cosa sta accadendo: le tecnologie hanno redistribuito le informazioni, le decisioni che un tempo venivano prese a livello centrale ora arrivano agli operatori e perdono di consistenza le figure di coordinamento. Una trasformazione che riguarda tutti i ruoli o profili professionali. E questo determina un’impostazione più orizzontale dell’organizzazione. Leggi tutto >

“Per la prima volta i lavoratori otterranno la possibilità di investire più tempo per le loro famiglie, i loro cari, il loro tempo libero. Sarà sempre una scelta volontaria, non obbligatoria e non dettata dalle imprese, ma dalle contingenze della vita vera”, ha dichiarato Jörg Hofmann, Presidente dell’Ig Metall, dopo aver sottoscritto l’accordo pilota tra il sindacato del settore metallurgico ed elettrotecnico e gli imprenditori che prevede (oltre agli aumenti salariali del 4,3%) la possibilità per i dipendenti più anziani di ridurre l’orario lavorativo per un periodo di tempo che può variare da un minimo di sei mesi a un massimo di due anni. Leggi tutto >

Di inclusione delle diversità in azienda se ne è iniziato a parlare già 30 anni fa negli Stati Uniti. Negli ultimi tempi il tema è molto sentito anche in Italia, tant’è che, secondo gli esperti, è in aumento nel nostro Paese il numero di persone che ricopre il ruolo di Diversity Manager. Ma quali sono le peculiarità di questa figura professionale? Secondo Valentina Dolciotti, autrice del libro Diversità e inclusione, intervenuta alla Discussione organizzata da ESTE sull’impatto delle diversità sulle organizzazioni, in genere, chi si occupa di diversità in azienda è una persona delle Risorse Umane cui viene delegata anche questa responsabilità. Leggi tutto >

Il lavoro c’è ma ma molte posizioni restano scoperte per mancanza di competenze. È il dato più importante emerso dalla terza edizione dell’Osservatorio delle Competenze Digitali, condotto dalle associazioni ICT AICA, Assinform, Assintel e Assinter Italia e promosso da MIUR e AgID.

Le figure professionali a cui fa riferimento l’indagine sono quelle in ambito digitale. La domanda di professioni ICT, infatti, è in costante aumento. Lo dimostra l’analisi dei 175mila annunci di lavoro su web nell’ultimo triennio, di cui ben 60mila sono quelli nel solo 2016: ogni anno la richiesta di professioni ICT cresce mediamente del 26%, con picchi del 90% per le nuove professioni legate alla Trasformazione Digitale come i Business Analyst e i gli specialisti dei Big Data, a sottolineare l’evoluzione verso l’azienda “data driven”. Cresce complessivamente del 56% la richiesta delle nuove professioni digitali: specialisti in Cloud, Cyber Security, IoT, Service Development, Service Strategy, Robotics, Cognitive & Artificial Intelligence. C’è decisamente più richiesta nel Nord ovest, in cui si concentra il 48% della Domanda. Leggi tutto >

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano