La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Umanesimo manageriale

Affinché si metta in pratica un umanesimo manageriale, miriamo a un ambiente di lavoro sano, dove i vari elementi sono in relazione sinergica tra di loro. In azienda abbiamo cercato di costruirlo, nel corso del tempo, attraverso l’introduzione di un Bilancio Ambientale, un Codice di Sicurezza sul lavoro, un Codice di Sicurezza alimentare, un Bilancio Sociale. Dal 2006 è stato introdotto un Codice Etico che stabilisce la necessità di una condotta aziendale improntata al rispetto della dignità e della personalità di qualsiasi soggetto. Leggi tutto >

Mobility Management Lab

In vent’anni di vita, il mobility management in Italia ha attraversato fasi di luci e ombre. Dalla pubblicazione del Decreto Ronchi del 1998, infatti, i responsabili della mobilità in azienda hanno trovato il loro spazio chi nel terreno della compliance, chi in quello dell’ambientalismo, chi, più di recente, in quello del people care. Oggi dunque l’impegno sui temi mobility viene sempre di più considerato come un’opportunità per contribuire al benessere dei lavoratori e per tracciare un pezzo importante di strada nell’ambito della strategia di Corporate Social Responsibility. Leggi tutto >

Intervista a Giovanni Cassataro, HR Manager di Mazzucchelli 1849
di Valentina Casali

Tanta passione e una capacità imprenditoriale illuminata che si rinnova di generazione in generazione: sono questi i tratti distintivi di Mazzucchelli 1849, azienda familiare con oltre 160 anni di storia che produce e distribuisce materiale plastico impiegato soprattutto nella produzione di occhiali. Abbiamo chiesto all’HR manager Giovanni Cassataro di svelarci la formula chimica del successo. Leggi tutto >

La crisi fiscale dello Stato e l’allargarsi della forbice tra risorse disponibili e ampliamento della gamma dei bisogni sociali hanno palesato il carattere entropico della crisi del welfare state tradizionale, di tipo redistributivo e occupazionale. Un sistema che è sempre più minato da squilibri riguardanti i diversi capitoli di welfare e le differenti situazioni occupazionali, tanto da non riuscire più a svolgere quel ruolo di sostegno per cui era nato.
Sempre più spesso si sviluppano programmi di protezione e investimenti sociali a finanziamento non pubblico. Tali esperienze – di ‘secondo welfare’coinvolgono una vasta gamma di attori economici e sociali – imprese, sindacati, enti locali, organizzazioni del terzo settore –, che si affiancano agli enti pubblici nel rispondere agli emergenti bisogni sociali dei cittadini. Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano