La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

“Parlare di welfare, significa parla di dignità del lavoro. Il benessere delle persone in azienda cambia il modello organizzativo”, queste le parole di Chiara Lupi, Direttore editoriale di Este, che ha aperto i lavori della mattinata. Il primo intervento è stato affidato ad Alessandra Smerilli, suora salesiana e Docente di Economia che ha introdotto un tema importante: il lavoro come dono e la capacità delle aziende di riconoscere tale dono.

Leggi tutto >

A mettere in luce i trendoperativi dei Piani di flexible benefit (Pfb) è stata la prima edizione 2017 della Quick Survey condotta da Valore Welfare,società di consulenza di direzione, specializzata nella costruzione e nell’implementazione di Piani di Welfare & Benefit, rivolgendosi ai principali clienti e prospectdel suo portafoglio, rappresentativi di oltre 20mila dipendenti.

Premessa fondamentale è distinguere i Pfb dai veri e propri Piani di welfare aziendale (Pwa): i primi sono sostanzialmente meccanismi di remunerazione delle performanceraggiunte ovvero sostitutivi della remunerazione monetaria, mentre i Pwa coniugano politiche di Responsabilità Sociale d’Impresa con iniziative e meccanismi d’incentivazione dei dipendenti verso il raggiungimento di durature performance, facendo leva sulla motivazionee sulla loro identificazione con gli obiettivi e i valori dell’azienda, prefissandosi obiettivi di ‘ritorno di valore’ per entrambi gli stakeholdercoinvolti: impresa e beneficiari

Leggi tutto >

La crisi economica e la riduzione dei fondi pubblici destinati al welfare ha indotto le imprese responsabili a fornire risposte concrete ai crescenti bisogni sociali della popolazione aziendale. Questo con importanti ritorni in termini di aumento del benessere delle persone – vero asset strategico delle organizzazioni – ed effetti positivi sulla produttività.
Lo stato attuale del welfare aziendale vede alcune buone pratiche, ormai celebri e note ai più, ma anche tanti casi di fallimento, che non sono mai stati presi in esame e il cui numero è a tutt’oggi ignoto. Per cercare di capire cosa funziona e cosa no in una iniziativa di welfare aziendale, Luca Pesenti, professore dell’Università Cattolica, ha svolto un’indagine sul futuro del welfare aziendale, prendendo in considerazione il punto di vista di 100 HR manager.
I risultati della ricerca sono stati presentati nel corso di un convegno organizzato da GIDP il 29 aprile scorso presso la sede di Unicredit.

Leggi tutto >

Martedì 4 novembre 2014 al convegno Welfare aziendale: ottimizzare il costo del lavoro migliorando il clima aziendale sono intervenuti Gianmaurizio Cazzarolli, director, hr and site services di Tetra Pak Packaging Solutions, e Andrea Verani Masin, sales director di Muoversi, per raccontare di una collaborazione che dura anni.

Il welfare aziendale è considerato il nuovo pilastro della retribuzione, uno strumento integrativo fortemente innovativo rispetto ai tradizionali interventi di natura monetaria e che crea valore nel breve, medio e lungo periodo. Detto ciò, pare semplice introdurre misure di welfare in azienda ma così non è. In questo percorso strutturato le aziende scelgono sempre più spesso di affidarsi a partner esterni che le supportino nella scelta del piano, che le trasmettano know how in materia fiscale-legale e che forniscano loro piattaforme tecnologiche per la gestione dei benefit. È questo il caso di Tetra Pak che, per la sede di Modena, ha deciso di affidarsi a Muoversi. Le due società collaborano dal 2010: “Aiutiamo il nostro cliente a progettare, avviare e gestire piani welfare, proponendo un set di azioni, servizi, infrastrutture e tecnologie che permettano allo stesso di sostenere il benessere dei dipendenti”, ci fa sapere Andrea Verani Masin, sales director di Muoversi. E continua Gianmaurizio Cazzarolli, director, hr and site services di Tetra Pak: “Grazie a Muoversi abbiamo potuto attuare un mix di azioni di work life balance unite a un benefit plan disegnato sulle esigenze dei collaboratori e delle loro famiglie. Dare fiducia alle persone è la cosa più importante. Partire dall’ascolto delle loro esigenze, creare piani d’azione condivisi con i dipendenti e saper comunicare i risultati e i servizi offerti costituiscono le best practice”.

Leggi tutto >

  • 1
  • 2
© 2017 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 info@fabbricafuturo.it - P.I. 00729910158