La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Intervista a Rosanna Gallo, amministratrice unica di Eu-tròpia 

In questo articolo parliamo di organizzazioni, di cambiamento, di leadership: temi cari alla nostra rivista. Proprio per questo propongo alla mia interlocutrice di cercare di sorprendere i nostri lettori con un’intervista coraggiosa, analizzando questi stessi argomenti ma cambiando prospettiva. Le organizzazioni sono organismi all’interno dei quali vivono persone che provano sentimenti. Sentimenti che nella maggior parte dei contesti non possono essere espressi in maniera autentica. Con quali esiti? Negativi per la crescita delle organizzazioni, se le persone non sentono la libertà di esprimere le loro idee, se non hanno il coraggio di affrontare conversazioni coraggiose che contrastano il pensiero dei capi, se hanno paura. Se l’organizzazione è un sentimento, come dice Enzo Spaltro che incrociamo nell’ufficio di Rosanna Gallo poco prima dell’inizio della nostra chiacchierata, l’organizzazione funzionerà se le persone che ne fanno parte sentono di avere il potere, l’opportunità, di incidere sull’ambiente. Se il management riesce a creare un clima di fiducia, se i leader si sentono al servizio degli altri. E sanno creare un contesto all’interno del quale le persone osano sfidarsi. Leggi tutto >

Giovedì 26 giugno 2014 al convegno BenEssere Organizzativo, Rosanna Gallo, amministratrice unica di Eu-tròpia, ha raccontato la sua idea di benessere delle persone e delle organizzazioni.

“Oggi osserviamo esempi di insostenibilità nelle organizzazioni: orari di lavoro dilatati, carichi triplicati, difficile gestione delle diversità (di genere, età, background culturali, ecc), sindromi da lavoro come stress, depressione, rabbia e rassegnazione, difficoltà del sonno, disturbi alimentari e psicologici, incidenti sul lavoro e senso di solitudine con altissimi costi sociali. Assistiamo alla ricerca della sopravvivenza anziché della vitalità organizzativa. Si sprecano energie e denaro per difendersi, per curarsi, per assenteismo e ricorso a farmaci e terapie. Sappiamo che il benessere organizzativo è correlato alla redditività, infatti se le persone si sentono coinvolte e partecipative al lavoro, l’organizzazione registra aumenti di produttività e redditività.
Oggi le organizzazioni dimostrano apertura e interesse al tema del benessere, del welfare e della sostenibilità, perché hanno verificato i vantaggi economici e di performance che ne derivano. Assodato il binomio ‘benessere e performance’, molte aziende promuovono iniziative sulla salute fisica: alimentazione sana e movimento, prevenzione dei tumori e delle malattie cardiache, oppure si occupano di tecniche di rilassamento o di soluzioni salva-tempo, ma pochissime organizzazioni si occupano del benessere psicologico e della prevenzione del malessere nei luoghi di lavoro. Eppure l’energia e l’efficacia delle persone dipendono prevalentemente da fattori legati alle relazioni personali, di team e organizzative, e fra ruoli dentro e fuori dalle organizzazioni. È necessaria, quindi, la promozione del benessere nei luoghi di lavoro con politiche di work-life balance, sviluppo del senso del noi e della community, alfabetizzazione emotiva, pensiero positivo, gioco di squadra, formazione al cambiamento evolutivo e promozione delle diversity.” Leggi tutto >

Digilavorando: digitalizzazione delle microimprese italiane

Le microimprese possono passare al digitale in modo semplice con risorse e investimenti limitati? Un designer di gioielli, uno studio legale e uno d’architettura e un centro estetico sono i protagonisti dell’iniziativa Digilavorando – Cresco in digitale, promossa da Espon in collaborazione con Cna Lombardia e Fondazione Politecnico di Milano. Giunto alla sua seconda fase, il progetto promuove l’uso del digitale nelle piccole e giovani realtà artigiane, composte da meno di dieci persone tra dipendenti e collaboratori. L’iniziativa di Epson si rivolge ai diciassette milioni di italiani coinvolti nel business delle piccole imprese. Alcuni obiettivi: alleggerire l’amministrazione aziendale, favorire la produttività, aumentare la competitività all’estero. Il progetto vuole essere una dimostrazione di come semplici strumenti possano migliorare in modo significativo la propria attività e liberare al contempo risorse e tempo per concentrarsi sul proprio core business. L’idea è anche quella di contribuire alla diffusione di nuovi e più efficienti metodi di lavoro nelle molte microimprese dove la nuove tecnologie non hanno ancora fatto breccia. Leggi tutto >

La prima forma di benessere organizzativo a cui l’uomo aspira è quella di “fare parte”, di essere-ci e di poter incidere sull’ambiente lavorativo. Questa dimensione dell’essere parte, si esprime nella naturale attitudine dell’uomo ad interagire con le cose e le persone che gli sono attorno, per dare significato continuo a quella sua esperienza comunitaria, sociale. Saper capire e intervenire in senso abilitativo è la sfida che hanno davanti i manager e consulenti organizzativi moderni: disegnare ambienti che supportino il significato culturale, creare spazi di interazione favorevole allo scambio di sapere, alla collaborazione, alla creazione di network nei quali le persone si relazionano e facendo insieme creano valore per se e per l’organizzazione. Spazi fisici, ma anche virtuali, portato della rivoluzione web che ci consegna un altro ampio corpo di “luoghi” che la persona può abitare. Blog, forum di discussione, aree wiki di scrittura insieme, divengono una estensione del luogo fisico, che non lo sostituisce, ma integra in una esperienza di organizzazione liquida (adattabile) nella quale la persona diviene invece solida (piena, presente). Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano