La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Il ricco filone di studi sull’imprenditoria ha spesso considerato la propensione delle donne ad aprire un’impresa come in parte dovuta alla necessità, in primo luogo, di aggirare le barriere e gli ostacoli all’ingresso nel mercato del lavoro e in seconda battuta come tentativo, attraverso la scelta di un lavoro che consentisse di gestire in autonomia e con maggiore elasticità i propri orari di lavoro, di conciliare la vita professionale con quella familiare. Leggi tutto >

Recenti studi dimostrano che esiste una correlazione tra la felicità nell’ambiente di lavoro e l’aumento di produttività delle aziende.

Negli Stati Uniti, dove spesso nascono idee destinate a cambiare il nostro modo di vivere, si sta affermando una nuova figura professionale: quella del Chief Happiness Officer, che ha il compito di prendersi cura del benessere dei dipendenti, per fare in modo che ognuno si senta soddisfatto del suo posto di lavoro. Leggi tutto >

dignità

Erano trascorsi ormai più di due mesi da quando l’ennesima modifica organizzativa del Gruppo mi aveva lasciato sospeso, cancellando la mia posizione e mettendomi in attesa di un nuovo incarico. Qualcuno aveva usato il termine ‘a disposizione’ presso la Corporate. Ma le parole in ‘aziendalese’ hanno quasi sempre un significato ambiguo.

Più il tempo passava, più la verità prendeva la forma dei miei dubbi: da una parte di me non sapevano che farsene, dall’altra non potevano darmi il benservito come un bell’abito da dismettere, dopo averlo usato per lustri con comodità e orgoglio. ‘A disposizione’ significava dunque questo. E si concretizzava in un susseguirsi di giornate interminabili trascorse nel palazzo di cristallo, vagando nei corridoi o in qualche sala riunioni vuota. Leggi tutto >

cura persona welfare

La solitudine è un problema sociale, sempre più all’ordine del giorno. A definirne i contorni sono numerose ricerche, tra le quali quelle elaborate dall’Eurostat, l’Istituto europeo di statistica, secondo cui l’Italia è in cima alla graduatoria europea per il numero di persone sole: un italiano su otto vive in una condizione di solitudine.

A questi dati si associano quelli relativi alla spesa sanitaria privata che nel nostro Paese continuano a crescere. Si tratta di poco meno di 40 miliardi di euro che pesano sulle tasche delle famiglie italiane, sempre più sole nel fronteggiare l’accesso alle cure sanitarie, ma anche l’assistenza. Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano