La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Nello snodo di strade dove la A6 Torino-Savona incrocia la Strada provinciale 29 Del Colle di Cadibona, in piena Valbormida, sorge il nuovissimo stabilimento di Noberasco, l’azienda alimentare leader in Italia nel settore della frutta secca e disidratata. Siamo a Carcare, in provincia di Savona: un paesino di circa 5mila abitanti, a una ventina di chilometri sul mare e a quasi 400 metri di altitudine. È qui che la famiglia Noberasco ha scelto di installare l’innovativo plant produttivo che impiega 136 persone cui si aggiungono fino a 50 addetti nei periodi di picco della produzione: fino a pochi anni fa, da queste parti c’era una discarica, mentre oggi l’area bonificata di circa 70mila metri quadrati (c’è persino un orto per la tutela delle biodiversità) ospita le linee altamente automatizzate con tecnologie all’avanguardia (tre dedicate alla pastorizzazione e 10 per il confezionamento) che hanno una capacità produttiva di 150 tonnellate al giorno, che prima di essere distribuite finiscono nel magazzino automatizzato in grado di gestire in autonomia oltre 8mila bancali di prodotto finito; numeri che hanno permesso all’azienda ligure di diventare il partner di riferimento per la Grande Distribuzione Organizzata italiana e mondiale, e di arrivare a circa 135 milioni di euro di fatturato (dato 2017). Un risultato eccezionale se si pensa che nel 2014 Noberasco aveva chiuso l’anno con poco più di 90 milioni di euro. Leggi tutto >

Dopo il successo dell’edizione 2017, torna l’evento Design dell’organizzazione, organizzato dalla casa editrice ESTE. Nell’incontro della scorsa estate è stato affrontato il tema della nuova progettualità organizzativa ed è emersa la necessità di uno sforzo da fare per superare una visione appiattita degli organigrammi. Invece di costringere le persone ad adeguarsi a un modello aziendale, chi gestisce le risorse umane deve essere in grado di prevedere lo sviluppo futuro della cultura e dell’ambiente di lavoro per favorirne produttività e dinamicità. L’evento è l’occasione per chiedersi cosa sta accadendo: le tecnologie hanno redistribuito le informazioni, le decisioni che un tempo venivano prese a livello centrale ora arrivano agli operatori e perdono di consistenza le figure di coordinamento. Una trasformazione che riguarda tutti i ruoli o profili professionali. E questo determina un’impostazione più orizzontale dell’organizzazione. Leggi tutto >

Smart working

Lo studio recentemente pubblicato da ILO ed Eurofound dal titolo Working anytime, anywhere propone di differenziare le modalità di lavoro in base a due dimensioni, il livello di utilizzo di tecnologie informatiche e il luogo di svolgimento della prestazione lavorativa arrivando così a distinguere fra quattro macro categorie di lavori: svolti esclusivamente presso gli ambienti aziendali indipendentemente dal livello di tecnologie informatiche utilizzato; occasionalmente svolti all’esterno degli ambienti aziendali utilizzando strumenti tecnologici; svolti regolarmente (alcune volte a settimana) in molteplici luoghi esterni agli ambienti aziendali utilizzando un elevato livello di mobilità e di strumenti tecnologici; svolti regolarmente (alcune volte al mese) in molteplici luoghi esterni agli ambienti aziendali oppure svolti con frequenza presso la propria abitazione sempre ricorrendo all’uso di strumenti tecnologici (telelavoro). Leggi tutto >

Robot e uomo

Disoccupazione, transizione scuola-lavoro, nuovi modelli organizzativi e professioni digitali. E ancora occupazione femminile, sostegno al sistema manifatturiero e provvedimenti ad hoc per i lavoratori autonomi. Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali (con delega alle Politiche Giovanili), intervistato nel numero di Maggio-Giugno-Luglio 2017 di Sviluppo&Organizzazione – rivista edita dalla casa editrice ESTE – traccia un bilancio dei suoi tre anni trascorsi al Ministero iniziati a febbraio 2014. Leggi tutto >

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano