La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

smart_working

Il termine Smart working è ormai entrato nel vocabolario comune, segno di un cambiamento che finalmente sta coinvolgendo le nostre realtà aziendali e non solo. In Europa modalità di lavoro flessibili sono regolate già da alcuni anni: l’Inghilterra, per esempio, ha per prima approvato la Flexible Working Regulation nel 2014, seguita da altri Paesi che hanno normato soluzioni di lavoro smart.

A livello europeo il Parlamento si è espresso nella risoluzione del 13 settembre 2016 (principio generale 48) dichiarando il lavoro agile uno strumento per favorire un miglior benessere sociale, una maggiore conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e un rilancio demografico. In Italia diverse grandi organizzazioni hanno introdotto da tempo questa modalità di lavoro flessibile (Microsoft Italia addirittura dal 2006), ma è a partire dal 2017 che, grazie all’approvazione della Legge 81, il tema è entrato a pieno titolo nei dibattiti riguardanti la gestione delle risorse umane e l’innovazione dei processi organizzativi. Leggi tutto >

Welfare

Il successo passa dall’ascolto dei dipendenti. È questo il dato più rilevante che emerge dall’edizione 2019 del rapporto Welfare Index PMI, promosso da Generali Italia e presentato al Salone delle Fontane di Roma. L’indice, che offre una fotografia dettagliata sullo stato del welfare nelle PMI, si basa sulle iniziative delle aziende in 12 aree: previdenza integrativa, sanità integrativa, servizi di assistenza, polizze assicurative, conciliazione vita e lavoro (e sostegno ai genitori), sostegno economico ai dipendenti, formazione per i dipendenti, sostegno all’istruzione di figli e familiari, cultura e tempo libero, sostegno ai soggetti deboli e integrazione sociale, sicurezza e prevenzione degli incidenti, welfare allargato alla comunità. Leggi tutto >

welfare aziendale

Trasformare il welfare aziendale da strumento verticale a misura orizzontale, articolata sul territorio. È questo l’auspicio emerso dalla presentazione del secondo Rapporto Censis-Eudaimon su welfare e lavoro tenutasi a Milano il 21 marzo 2019. Relatori e aziende erano concordi: bisogna sganciarsi da un welfare ‘paternalistico’, dove è l’impresa a decidere di che cosa hanno bisogno i lavoratori, per un approccio improntato all’ascolto e alla collaborazione con le realtà locali. Leggi tutto >

Recenti studi dimostrano che esiste una correlazione tra la felicità nell’ambiente di lavoro e l’aumento di produttività delle aziende.

Negli Stati Uniti, dove spesso nascono idee destinate a cambiare il nostro modo di vivere, si sta affermando una nuova figura professionale: quella del Chief Happiness Officer, che ha il compito di prendersi cura del benessere dei dipendenti, per fare in modo che ognuno si senta soddisfatto del suo posto di lavoro. Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano