La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

La conciliazione vita-lavoro diventa un diritto

, , , , , ,

Di Paola Salazar – Avvocato

advanced-time-3Recentemente il Parlamento europeo ha approvato una Risoluzione per la Creazione di condizioni favorevoli all’equilibrio tra vita privata e vita professionale (Creating labour market conditions favourable for work-life balance), nella quale ha voluto porre in evidenza una serie di principi che da tempo fanno da sfondo alle politiche di welfare sviluppate nella maggior parte dei paesi dell’Unione.

Il fatto, però, di porre attenzione alla materia nel quadro di una Risoluzione che affronta, tra le altre cose, l’orario di lavoro, la produttività, l’occupazione di qualità, le politiche retributive e la parità di genere, l’assistenza ai familiari, all’infanzia e agli anziani, la maternità e il lavoro agile, sottolinea l’importanza che hanno ormai acquisito questi temi nel quadro di un ordinamento – quello comunitario – che sta da tempo affrontando anche sfide sociali, demografiche ed economiche legate proprio all’invecchiamento della popolazione e al calo demografico. Sfide divenute ormai i presupposti fondamentali per poter parlare concretamente dei risvolti sociali che derivano dalla conciliazione vita-lavoro.

Per tale ragione, nella Risoluzione si sottolinea, tra i principi generali, che “la conciliazione tra vita professionale, privata e familiare deve essere garantita quale diritto fondamentale di tutti, nello spirito della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, con misure che siano disponibili a ogni individuo”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano