La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Smart working, Plantronics: soluzioni per benessere e produttività

, , , ,

Intervista a Ilaria Santambrogio, Country Manager di Plantronics Italia

Il Disegno di legge approvato a fine gennaio 2016 dal Consiglio dei Ministri ha rilanciato il tema dello smart working: il Governo ha costruito una cornice giuridica al lavoro agile che ormai è sempre più presente nelle esperienze di aziende alla ricerca di una nuova modalità di organizzazione del lavoro puntando su flessibilità, discrezionalità e responsabilità verso i risultati.
Ormai l’evoluzione tecnologica – che gioca un ruolo fondamentale in ambito smart working – supporta il lavoro agile, ma l’utilizzo di questo approccio richiede un salto culturale e organizzativo: è questa la vera sfida delle aziende.
Ad affiancare le organizzazioni nello smart working c’è, per esempio, Plantronics, che propone un’offerta per rendere possibile la flessibilità di orari e spazi di lavoro.

Plantronics si pone l’obiettivo di proporre soluzioni professionali di ampio raggio. Vogliamo aiutare le aziende a trovare l’equilibrio tra benessere dei lavoratori e l’incremento della produttività. Uno dei nostri punti di forza è la gestione dell’acustica, in qualunque luogo ci si trovi e qualunque dispositivo si utlilizzi. Uno dei principi dello Smarter Working è proprio quello di permettere alle persone di lavorare dove preferiscono, in un ufficio affollato così come in un aeroporto o al bar e con qualunque dispositivo, dallo smartphone al tablet al telefono fisso.

In che modo si realizza tutto questo?
Abbiamo introdotto nuovi prodotti UC che hanno un obiettivo comune: permettere a impiegati e ai manager di concentrarsi, connettersi e collaborare. Per esempio, Blackwire 725, primo auricolare stereo UC di Plantronics con cancellazione del rumore attiva, è pensato per chi vuole essere sempre concentrato in ambienti lavorativi rumorosi; il Voyager Edge UC, l’ultimo prodotto della famiglia Voyager di auricolari Bluetooth, è adatto a chi è in costante movimento. Il Calisto 610 è un vivavoce portatile per conference call ovunque ci si trovi.

Qual è il grado di maturità delle direzioni HR sul tema delle UCC?
Siamo felici di questa nuova attenzione da parte delle divisioni HR. Con le soluzioni che proponiamo, aiutiamo le aziende a organizzare meglio il proprio lavoro e a rendere migliore la qualità della vita dei propri dipendenti. Le nostre soluzioni sono pensate per aiutare dipendenti e professionisti: questo si traduce in miglioramento del benessere e in un aumento della produttività in ufficio attraverso l’intelligenza acustica.

Esiste ancora nelle aziende un gap tecnologico che impedisce di adottare lo smart working o è questione di alibi?
Sicuramente in Italia esiste un problema di fiducia. Il rapporto tra manager e dipendente deve essere basato sulla fiducia e per stabilire questo è fondamentale concentrarsi sulla comunicazione e sulla formazione di tutti i dipendenti. Spesso, i manager in prima linea sono riluttanti al cambiamento: hanno la sensazione di perdere il controllo, non si fidano del proprio team, o forse temono anche di perdere lo status di manager. Il cammino verso lo Smarter Working richiede un cambiamento di stile manageriale: si deve passare dall’esercizio del controllo alle influenza; una leadership illuminata è una guida flessibile e con un approccio multi-disciplinare integrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano