La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Tag: cambiamento organizzativo

competenze_infosfera.jpg

I mutamenti rapidi e virali indotti dall’affermarsi, nel nostro contesto attuale, del processo di digitalizzazione – come il cloud, il Learning machine, l’Augmented Reality (AR) e l’Internet of Things (IoT) – stanno riconfigurando gli scenari organizzativi contemporanei, sollecitando inedite sfide e tensioni.

Infatti, da un lato aprono nuove prospettive per il lavoro, il management e i processi di produzione di valore; dall’altro introducono preoccupazione e attenzioni critiche verso i concreti rischi di manipolazione e di utilizzo distorto in termini di potere generato dalla transizione digitale. Leggi tutto >

Con “organizzazione ambidestra”, ormai espressione entrata comunemente in uso anche a livello internazionale, si intende il dilemma, proprio di ogni organizzazione, di conciliare la stabilità (vedi i risultati a breve termine) con l’innovazione.

Come è noto, l’organizzazione è nata proprio con lo scopo di fornire stabilità e imporre un ordine, ma oggi si fa sempre più forte, in particolare grazie alle nuove tecnologie, l’esigenza non solo di guardare al cambiamento e quindi di innovare: colmare il divario tra questi due aspetti, che almeno in apparenza sembrano contrapporsi, è la vera sfida di ogni azienda. Leggi tutto >

La bibliografia completa

Amabile T., Kramer S. (2011), The Progress Principle: Using Small Wins to Ignite Joy, Engagement, and Creativity at Work, Harvard Business Press, Boston, MA.

Andriopoulos C., Lewis M. W. (2009), Exploitation-exploration Tensions and Organizational Ambidexterity: Managing Paradoxes of Innovation, Organization Science, 20(4), 696-717.

Bennett N., Lemoine J. G. (2014), What a Difference a Word Makes: Understanding Threats to Performance in a VUCA World, Business Horizons, 57 (3), 311-317. Leggi tutto >

Agli inizi del mio percorso professionale si rifletteva sul cambiamento organizzativo riconducendolo a due peculiari ambienti che ipotizzavano diverse modalità di gestione aziendale: un ‘ambiente stabile’ presupponeva azioni e comportamenti di risposta graduali, spesso a seguito di eventi eccezionali che interrompevano una routine; un altro definito ‘ambiente turbolento’ poiché suggeriva azioni e comportamenti proattivi, di anticipazione, peculiari delle organizzazioni competitive e innovative. Leggi tutto >

  • 1
  • 2
  • 5

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano