La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Tag: Smart working

Il 2017 è stato l’anno dello Smart working, a livello normativo ci sono stati grandi passi avanti sia per quanto riguarda l’ambito privato sia per quello pubblico, con la cosiddetta Riforma Madia che ha posto l’obiettivo di permettere al 10% dei dipendenti della Pubblica Amministrazione di lavorare in regime di lavoro agile entro la fine del 2018.

In occasione di Wellfeel, il convegno della casa editrice Este dedicato al Benessere organizzativo e al welfare aziendale, è intervenuta sull’argomento Elena Barazzetta, Ricercatrice di Percorsi di secondo welfare. Leggi tutto >

Negli ultimi anni, le imprese, grazie ai recenti incentivi fiscali, si sono orientate verso pratiche che contribuiscono a migliorare le condizioni di lavoro dei propri collaboratori, ispirate innanzitutto dalla comprovata relazione causale tra benessere organizzativo, maggiore produttività e migliori performance dei collaboratori. Ma c’è ancora margine per innovare e i territori da esplorare in ambito benessere organizzativo sono sterminati. Leggi tutto >

In un mercato sempre più competitivo, uno degli obiet­tivi principali delle aziende è quello di aumentare la pro­duttività, concentrandosi sui fattori più importanti che la influenzano così da incrementare la performance dei col­laboratori.

Per dare il massimo, una persona deve star bene a 360 gradi, deve essere motivata, coinvolta, stimolata. Le aziende non devono fare altro che lavorare sul benessere, identificando prima di tutto i possibili fattori che lo possono minare. Primo tra tutti, lo stress. Lo stress sul luogo di lavoro può in­fluire in modo negativo sulla nostra salute, sia mentale sia fi­sica, portare al burnout e, soprattutto, ha un impatto negativo sulla performance. Secondo un recente studio dell’American Psychological Association, il 42% delle persone sostiene che il proprio livello di stress è notevolmente aumentato negli ultimi cinque anni. Leggi tutto >

Sarebbe utile valutare attentamente ogni cambiamento radicalmente innovativo, prima che la sua adozione modifichi in modo irreversibile il sistema e lo stile di vita di coloro che ne sono toccati. Il cambiamento si presenta in modo neutro, aureolato però del prestigio della novità. Il cavallo presentava il rischio della caduta –talvolta rovinosa–del cavaliere, così come la magia dell’automobile nascondeva il rischio di incidenti, insieme con l’effetto di sistema dell’inquinamento, mentre gli scarichi metabolici del cavallo sono un ottimo fertilizzante. Leggi tutto >

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano