La cura della persona e dell’ambiente di lavoro come opportunità di crescita per le organizzazioni

Tag: worklife balance

L’accordo tra Welfare Company e Randstad consente di introdurre nei piani di welfare aziendali un innovativo set di servizi di orientamento per genitori e figli direttamente in ufficio.

Conciliare i tempi di lavoro con quelli della vita (dei dipendenti e delle loro famiglie) è un obiettivo che tutte le grandi aziende perseguono da tempo e verso il quale, sempre più spesso, anche le piccole e medie imprese si orientano. Al centro delle policy di conciliazione vita-lavoro sta ovviamente la famiglia e recenti interventi legislativi hanno in parte migliorato il perimetro degli interventi in favore della genitorialità, soprattutto agendo sul tempo concesso a madri e padri per esercitare il loro ruolo. La conciliazione vita-lavoro tradizionalmente considerata dai Piani di Welfare Aziendale (PWA) sembra volersi concentrare sui primi anni di vita dei figli, lasciando un po’ sullo sfondo, nella complessa sfida tra impegni di lavoro e impegni famigliari, il tema del sostegno all’orientamento alle scelte formative e lavorative. Leggi tutto >

Giovedì 26 giugno 2014 al convegno BenEssere Organizzativo, Rosanna Gallo, amministratrice unica di Eu-tròpia, ha raccontato la sua idea di benessere delle persone e delle organizzazioni.

“Oggi osserviamo esempi di insostenibilità nelle organizzazioni: orari di lavoro dilatati, carichi triplicati, difficile gestione delle diversità (di genere, età, background culturali, ecc), sindromi da lavoro come stress, depressione, rabbia e rassegnazione, difficoltà del sonno, disturbi alimentari e psicologici, incidenti sul lavoro e senso di solitudine con altissimi costi sociali. Assistiamo alla ricerca della sopravvivenza anziché della vitalità organizzativa. Si sprecano energie e denaro per difendersi, per curarsi, per assenteismo e ricorso a farmaci e terapie. Sappiamo che il benessere organizzativo è correlato alla redditività, infatti se le persone si sentono coinvolte e partecipative al lavoro, l’organizzazione registra aumenti di produttività e redditività.
Oggi le organizzazioni dimostrano apertura e interesse al tema del benessere, del welfare e della sostenibilità, perché hanno verificato i vantaggi economici e di performance che ne derivano. Assodato il binomio ‘benessere e performance’, molte aziende promuovono iniziative sulla salute fisica: alimentazione sana e movimento, prevenzione dei tumori e delle malattie cardiache, oppure si occupano di tecniche di rilassamento o di soluzioni salva-tempo, ma pochissime organizzazioni si occupano del benessere psicologico e della prevenzione del malessere nei luoghi di lavoro. Eppure l’energia e l’efficacia delle persone dipendono prevalentemente da fattori legati alle relazioni personali, di team e organizzative, e fra ruoli dentro e fuori dalle organizzazioni. È necessaria, quindi, la promozione del benessere nei luoghi di lavoro con politiche di work-life balance, sviluppo del senso del noi e della community, alfabetizzazione emotiva, pensiero positivo, gioco di squadra, formazione al cambiamento evolutivo e promozione delle diversity.” Leggi tutto >

‘Ascoltare bene’ è il punto di partenza per una corretta progettazione del sistema di welfare aziendale, ma è anche il leitmotiv che deve accompagnare lo sviluppo del progetto. Il primo passo consiste nel comprendere chi sono gli utenti finali che andranno a utilizzare i servizi. Da qui, lo studio della composizione della popolazione aziendale viene approfondito da focus group e questionari, con l’obiettivo di far emergere ‘dal basso’ esigenze e aspettative delle persone. L’ascolto, in questo caso, ha una duplice virtù: Leggi tutto >

Il welfare nelle aziende, oggi, è l’inglese nelle scuole di ieri: sottovalutato, ma fondamentale. Come allora, si rimane sospesi tra curiosità e diffidenza verso un linguaggio nuovo, da comprendere e interpretare. Cosa frena le aziende? Quali sono gli aspetti che rallentano la diffusione del welfare?

Eudaimon dal 2002 sostiene la convenienza reciproca – per il collaboratore e per l’azienda – di introdurre un piano di welfare. Leggi tutto >

  • 1
  • 2

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - segreteria@este.it - P.I. 00729910158
logo sernicola sviluppo web milano

Trovi interessanti i nostri articoli?

Seguici e resta informato!